Immobiliare Noseda, case come storie di vita.

Immobiliare Noseda, case come storie di vita.

di Emanuele Caso, “Magic Lake”

COMO – Case come storie di vita. Il messaggio che Tomaso Noseda impresse nell’anima dell’attività immobiliare da lui fondata negli anni ’30 a Como sembra aver attraversato il tempo intatto. Ad essersi dunque trasferito per altre due generazioni, passando dal figlio Salvatore fino ai nipoti Paolo e Stefano che, con lui, oggi, reggono saldamente timone dello studio. Noseda Immobilare, d’altronde, a Como, come ormai nel mondo, da quei tempi lontani è sempre rimasta sinonimo di lavoro fatto con amore. E i fratelli Paolo e Stefano, che abbiamo incontrato nello studio di Piazza Volta che da solo meriterebbe una visita, lo confermano con un piccolo strappo alla proverbiale riservatezza. “Per noi – dice Paolo, 45 anni, uno più del fratello – l’obiettivo fondamentale è andare oltre il concetto di affare immobiliare. I principi di una volta, gli stessi che si tramandano da tre generazioni, sono la nostra guida per offrire ai clienti un servizio completo, affidabile e accurato in ogni dettaglio”. C’è qualcosa di sartoriale, in effetti, nella cura che i Noseda impiegano nel seguire ogni trattativa, o anche soltanto nell’accogliere i clienti in cerca di consigli ed esperienza. Che si tratti di un appartamento o di una villa da favola, per Paolo e Stefano non cambia nulla. Ogni cliente sarà seguito in ogni passo direttamente da loro. “Ogni cliente si aspetta professionalità, trasparenza assoluta e il mantenimento delle promesse – sottolinea ancora Paolo – e per noi garantire queste aspettative è un dovere, al di là dell’esito di ogni incontro. Il rapporto umano, che garantiamo sempre in prima persona, e la disponibilità sono valori che non hanno prezzo, per i quali è giusto spendere il tempo dovuto e che comunque ripagano sempre con l’apprezzamento di chi si rivolge a noi e si sente tutelato”. Un metodo di lavoro che, negli anni, è andato ben oltre i confini di Como, tanto da portare Noseda Immobilare a essere un punto di riferimento in mezzo mondo per le compravendite di immobili, le consulenze legali, i migliori investimenti immobiliari e persino sulle progettazioni d’arredo degli interni. Impossibile chiedere ai fratelli Noseda di rivelare segreti della loro formula di successo, le risposte sono più complesse. “L’unico segreto è curare con pazienza e costanza tutte le relazioni – spiega Stefano – e poi rispondere nel modo migliore alle aspettative di chi compra una casa nuova, non valutando soltanto l’aspetto economico ma assecondando la necessità di cambiare l’armonia dei luoghi in cui si vive”. Un argomento quest’ultimo, sul quale sia Paolo sia lo stesso Stefano puntano molto, come dimostrano le centinaia di volumi aggiornatissimi su tutto ciò che può fare di una casa un vero e proprio vestito su misura del proprietario. Dall’America all’Inghilterra passando per la Francia e l’Australia, moltissimi nomi del cinema e dello spettacolo si sono rivolti all’immobiliare di Piazza Volta per una villa da sogno o anche soltanto per un soggiorno più breve. Qualche nome? Impossibile farne, la riservatezza di Noseda Immobiliare su questo punto rimane invalicabile. Eppure le cronache giornalistiche, senza mai una conferma ufficiale dello studio che fa della privacy un principio assoluto, hanno più volte affiancato il nome di Noseda Immobiliare a quello di Vip, dal centravanti tedesco dell’Inter Jurgen Klinsmann, a Eric Estarda, il famoso agente Poncharello dei Chips, fino ad Arnold Schwarzenegger, Madonna, Sylvester Stallone o il principe degli Emirati Arabi che si stabilì a Faggeto Lario e chiese una villa per sé e una per le sue mogli. L’attività dei Noseda, però, non è affatto rivolta soltanto ai Vip. Anzi, ben al di là dei nomi da copertina, numerose famiglie di professionisti, industriali e manager hanno coronato il sogno della casa perfetta affidandosi all’Immobiliare di Piazza Volta e decretandone l’Affidabilità ad ogni livello. “Il dato comune a tutti i clienti, però – assicurano Paolo e Stefano – è la convinzione che questo lago e queste montagne siano uniche”. Tanto da far sbilanciare i fratelli sul futuro quasi magico del Lario. “Siamo soltanto all’inizio del fenomeno iniziato negli anni ’80 – assicura Paolo, con l’espressione di chi parla per certezze – l’arrivo di star come Gorge Clooney non resterà un fatto isolato”. E se lo dicono i Noseda, c’è da crederci.